Associazioni

La vita delle Associazioni dedicate a Igino Giordani comincia già negli anni Ottanta del novecento, e prosegue con il fervore di iniziative locali spesso importanti.

Queste Associazioni hanno il naturale scopo di divulgare la spiritualità dell’Unità e il carisma di Chiara Lubich – fondatrice del Movimento dei Focolari - attraverso la particolare figura intellettuale e religiosa di Igino Giordani. Nelle comunità locali, sono spesso portatrici di iniziative efficaci ispirate dal carisma dell’unità. Si propongono anche come interlocutori istituzionali per le Amministrazioni e per la Chiesa locale. Hanno, infatti, una titolarità giuridica, perché sono delle associazioni dotate di uno Statuto e regolate dalle relative norme. Non s’identificano immediatamente con alcuna forza religiosa o politica impegnata. Hanno di frequente uno scopo civile, formativo, culturale, di carattere universale, ispirato all’Ideale del Movimento dei Focolari, vissuto con lo speciale timbro della radicalità di Giordani, aperto con ciò a qualsiasi persona che si possa riconoscere nelle finalità espresse nel loro Statuto.

Tante sono oggi le Associazioni sorte in Italia e all'estero per promuovere la figura di Igino Giordani e portare una testimonianza di cittadinanza attiva e responsabile nella propria città: a loro è dedicata questa sezione del sito, che riporta le diverse iniziative in corso.

Dal menu principale è possibile selezionare le città italiane in cui sono operative le Associazioni e visualizzare così le informazioni di contatto e i riferimenti.

Sassari no Slot

sassari6Già dalla fine dello scorso anno i giovani del Movimento dei Focolari ci avevano proposto l’idea di fare un’azione per sensibilizzare la cittadinanza di Sassari sugli aspetti negativi del gioco d’azzardo sempre più diffuso nelle sue varie tipologie (Slot machines, Gratta e vinci, Sale Bingo, Lotto etc..)

Abbiamo accolto la loro idea ritenendola valida e con loro abbiamo proposto ad altri gruppi e associazioni, se disponibili a fare rete su questa problematica, di avviare un’azione comune, programmando uno SLOTMOB cittadino. Hanno aderito 14 tra gruppi e associazioni (tra le quali Caritas, CSI, Scout, Associazione Berlinguer, Associazione Genitori, Dopolavoro Ferroviario), che si sono incontrati anche su Facebook, creando un gruppo nominato “Sassari No slot”, che in pochi giorni ha raggiunto l’adesione di 1500 partecipanti.
Abbiamo iniziato quindi una serie di incontri organizzativi, di formazione in collaborazione con il SerD, per formarci un poco di più sugli aspetti più tecnici del problema.
Siamo poi passati alla fase operativa; come gruppo “Sassari no slot” abbiamo individuato una prima possibilità di concretizzare l’impegno con uno slotmob in un locale il cui giovane proprietario ha deciso di rimuovere le slot machines e sostituirle con una libreria.

Nel corso della manifestazione che ha “invaso” il locale e la piazza antistante, è stata consegnata al gestore anche una targa disassari1 riconoscimento per il suo impegno.
È stato dato risalto nei media locali ed è intervenuto anche il sindaco.
Gli incontri del gruppo “Sassari no slot” sono proseguiti, con l’intervento anche di alcuni politici, sia a livello comunale che in regione, per attuare le normative di contrasto alle ludopatie, già presenti ma ignorate.
Per dare un contributo personale a questa mobilitazione come Associazione IG, il 25 aprile abbiamo organizzato un convegno sul tema legato agli aspetti normativi e di contrasto alle ludopatie, con particolare attenzione alla situazione locale.

Sono intervenuti Vittorio Pelligra, docente della facoltà di Economia dell’Università di Cagliari, Carlo Cefaloni, giornalista di Città Nuova, membri del movimento Slotmob nazionale, alcuni sindaci e politici locali, lo spicologo del SerD,dr. Gregorio Salis.
L’incontro ha focalizzato ancora di più l’attenzione su un tema così scottante: c’è stata grande partecipazione del pubblico, che ha potuto porre domande a esperti e amministratori sulla grave situazione locale  legata alla propagazione del gioco d’azzardo e ai possibili metodi di arginare la diffusione di apparecchi e sale slot.

sassari2Anche in seguito al convegno, il gruppo “Sassari no Slot” si è proposto di fare pressione sulle autorità locali per dare attuazione a norme efficaci in grado di arginare il fenomeno, per passare “dalle parole ai fatti”.
Il giorno 7 maggio, in occasione della giornata nazionale, anche a Sassari come in altre città d’Italia, è stato realizzato uno Slotmob. Si è scelto di fare un corteo che si è snodato per le vie del centro cittadino, facendo tappa in quei locali “slot-free”, privi cioè di slot-machines.

Leggi tutto...

CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE. Pellegrinaggio al monte Mosciagh, luogo del ferimento di Igino Giordani (7 luglio 1916 - 7 luglio 2016)

cartina topograficaIl Centro Culturale Igino Giordani di Piacenza, insieme agli altri Centri e interessati tutti, intende compiere il 7 luglio p.v., in occasione del centenario del ferimento del grande testimone e co-fondatore del Movimento dei Focolari, un pellegrinaggio al monte Mosciagh - Zebio.
Sul monte Mosciagh verso le ore 11.30 di giovedì, a cento anni di distanza, scopriremo una targa commemorativa in legno pirografato.
Il prof. Alberto Lo Presti ci aiuterà in una riflessione / revisione storica di quegli avvenimenti.

Fin dal 2014, in occasione della presentazione a Piacenza della biografia di Tommaso Sorgi "Igino Giordani - Storia dell'uomo che divenne FOCO", il prof. Alberto Lo Presti apprezzò il desiderio di ricordare con un gesto Igino Giordani nel centenario della Grande Guerra. Per i piacentini questo pellegrinaggio assume un significato particolare in quanto proprio da Piacenza Igino partì per il fronte dell'Isonzo nel novembre 1915, facendo parte del 111° reggimento della Brigata Piacenza.
Siamo convinti che far  memoria degli avvenimenti e delle circostanze della vita di un fratello ci fa scoprire il «filo d'oro» di una «divina avventura» e può essere per noi occasione e sprone a perseverare verso la santità condivisa di un popolo rinnovato dall’amore.
Facciamo dunque del Centenario della Grande Guerra e della memoria di tanti caduti e di coloro che sono tornati cambiati «dall'inutilemonte zebio strage», come il tenente Igino Giordani, una ragione di fratellanza, condivisione, dialogo e pace universale. Quegli avvenimenti non impedirono ad Igino Giordani di intravvedere e perseguire gli ideali di una nuova umanità. Specialmente nel singolare incontro con Chiara Lubich.

Piergiorgio Poisetti, Centro Culturale Igino Giordani di Piacenza

Di seguito troverete tutto il materiale illustrativo dell’evento.

Leggi tutto...

Quale persona per quale società?

6 maggio 2016: il Centro Socio-culturale IGINO GIORDANI di Montecatini Terme propone un incontro- dibattito con Alberto Lo Presti, Direttore del Centro Studi Igino Giordani.

Si presenta la nuova pubblicazione di un’opera tra le più significative nella storia del pensiero sociale della Chiesa: La questione operaia e il cristianesimo, di Wilhelm Emmanuel von Ketteler, arcivescovo di Magonza.

Citatissima da Igino Giordani, ha costituito parte integrante dei suoi studi e della sua formazione. Il volume è stato pubblicato da Città Nuova e dal Centro Studi Igino Giordani.incontro Ketteler

Grazie Renato!

renato2Questa mattina Renato Romersi, fondatore dell'Associazione Igino Giordani di Piacenza, fra i primi volontari del Movimento dei Focolari, ci ha lasciati e ha raggiunto Chiara Lubich e il nostro Foco in Paradiso.renato1

Renato4Con grande riconoscenza per i doni che i suoi tanti talenti hanno offerto anche a noi del Centro Igino Giordani, vogliamo stringerci in un abbraccio con la moglie Vanna, i figli Silvia, Marcella, Fernando e Pierangelo, i familiari tutti e gli amici piacentini.renato3

 

Fedi in gioco

Cinema e dialogo interreligioso a Barletta

Barletta - Sala della Comunità S. Antonio
TAVOLA ROTONDA
Mercoledì 13 aprile 2016, ore 19.00

Interventi:
S.E. Mons. Giovan Battista Pichierri
arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie e presidente Commissione CEP per l’ecumenismo
e il dialogo interreligioso
Davide Cassatella, membro della Chiesa Cristiana Evangelica Battista, Barletta
Ibrahim Elsheikh, operatore sociale di fede islamica
Angelica Illuzzi, segretaria Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso
Francesco Lotoro, responsabile della sezione di Trani della Comunità Ebraica di Napoli
Moderatore:
Riccardo Losappio, responsabile della Sala della Comunità S. Antonio, Barletta

locandina Fedi in Gioco 310316

8 aprile a Corigliano

Corigliano aprile 2016

Sottocategorie

Corigliano Calabro
La Spezia

Associazione Igino Giordani del Levante Ligurelaspezia

via della Canonica 4, 19121 La Spezia
Referente: dott. Sandro Carrozzi

cell.: 335-1255587 / 334-5205351

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Roma

Associazione Igino Giordani

Roma

 

 

 

Taranto
Bari

Associazione Igino Giordani

via Marchese di Montrone n.130, 70122 Bari
Referente: Emanuela Megli

cell.: 3349845588
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SCUOLA  "IGINO GIORDANI"

Anche nel 2014-2015 a Bari  portiamo avanti  due volte la settimana  corsi di  lingua e cultura italiana per stranieri, numerosi i tirocinanti.

I corsi  sono ripartiti su due sedi:

1)  " Teca del Mediterraneo" - biblioteca del Consiglio della Regione  Puglia, via Giulio Petroni 19, due  corsi per coloro che non sanno parlare italiano, un corso per coloro che  già conoscono  l' italiano.

2) L 'altra sede è presso il dormitorio della Caritas diocesana "don Vito Diana" sottovia Duca degli Abruzzi
Ci sono tre corsi: 1) per coloro che non sanno parlare italiano; 2) per coloro che sanno parlare poco italiano;3) per coloro che sanno parlare l' italiano. 

A breve saranno comunicate le nuove sedi, i giorni e gli orari dei corsi.

INFO:  Emanuela Megli, cell. 3349845588

 

 

 

Enna
Andria
Barletta
Imperia
Montecatini Terme
Sassari

Associazione Igino Giordani

via Savoia, 46/c, 07100 Sassari
referente: Laura e Giacomino Demartis
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Tivoli

Associazione Tiburtina Igino Giordani

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù

via dei platani 4/6, 00019 Tivoli
Referente: Gino Visicchio
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306
00040 Rocca di Papa (Rm)
Tel.: +39-06-94 79 8314
Fax: +39-06-94 749 320
> Scrivici

Pensiero di Igino Giordani

Scritto da Igino Giordani  /  Pubblicato: Martedì, 21 Dicembre 2010

La vita, nella pace, consentirebbe di fare d'ogni giorno un Natale. Questa è la rivoluzione di Gesù: farci rinascere continuamente.

I. Giordani

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.