L’Associazione Igino Giordani di Taranto propone la terza edizione dell’evento.

locandina-web

Ci scrivono: «Sempre di più avvertiamo l' esigenza di "stimolare" i nostri concittadini all' assunzione di responsabilità e di consapevolezza nei confronti della città e di conseguenza verso le generazioni future.

Quest’anno abbiamo pensato di allestire una mostra in cui la figura di Igino Giordani sarà offerta ai visitatori evidenziando gli aspetti sociali del suo vissuto, che saranno proposti con totem , filmati e fotografie. Si è evidenziata infatti l' esigenza del dialogo e dell' ascolto: per questo invece di offrire una "presentazione" abbiamo pensato di accompagnare il visitatore dialogando e ascoltando ...

La Mostra  sarà concretizzata  in un percorso che auspichiamo risulti gradevole visivamente, ma anche esplicativo sulle motivazioni dell' iniziativa, con l' auspicio di suscitare interesse nel visitatore per creare un contatto, un rapporto.

 

La  partecipazione manifestata con i contributi concreti delle immagini e il nostro impegno non possono esaurirsi con la mostra, ma devono generare ulteriore interesse ed utilità sul territorio.

Si è pensato di istituire una borsa di studio, sotto forma di concorso , rivolto agli allievi tarantini frequentanti l' ultimo anno delle superiori; l' iniziativa sarà finanziata dalle offerte provenienti dalle foto. E' una scommessa anche per verificare il nostro livello di sensibilità, non vuole essere una semplice operazione benefica ma, nel suo piccolo, incidere ulteriormente in ognuno di noi col senso di appartenenza ad una comunità ed a un territorio che non hanno confronti. Il Concorso dovrà essere aperto ad ogni forma di creatività, con la possibilità di esprimersi con prosa, poesia, video, fotografia, pittura e scultura; avendo per tema il pensiero di Igino Giordani sulla fraternità.

Nel tentativo di essere memoria di luoghi che sono parte integrale della storia abbiamo programmato, durante la mostra, una visita guidata, sempre con il supporto della Pro Loco di Taranto che ci accompagna in queste esperienze: Il fiume Galeso, ex basilica di San Pietro e Sant' Andrea, il convento dei Battendieri e il fiume Cervaro, in pratica sulle rive del mar piccolo.

Non sarà una semplice escursione ma un percorso di stimolo culturale che, partendo dal Galeso, con la declamazione dei versi scritti da Virgilio ed Orazio e la lettura dei brani scritti dai viaggiatori del 1700, si concluderà alla foce del Cervaro con una esibizione musicale. 

 

 

 

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.