E’ arrivata in Cielo Silvana Veronesi, una delle prime compagne di Chiara Lubich. La ricordiamo con le parole di Giordani, tratte da “Storia di Light”.

con silvanaSilvana Veronesi – la più giovane delle focolarine – si era recata a Firenze, per gli studi universitari di medicina: nel pensionato aveva messo su un vero luogo d’incontri, al punto che lo stesso card. Della Costa, informato, s’interessò. Essa conobbe allora e portò in Focolare, Vanna Del Panta, Giò Vernuccio, Gabriella Fallacara, Vitaliano Bulletti, Tecla Brunori e altri.

In Silvana si vide come anche una giovinetta, travolta dall’Ideale di santità, attinga dall’amore energie impensate per conquistare anime alla santità stessa. Tutte quelle creature divennero, a loro volta, apostole, che impressionavano tutti già dalla potenza della convinzione d’un ideale, fatto vita.

Nella foto Silvana Veronesi è seduta a terra. accanto a Igino Giordani (seduto) e Marco Tecilla, il primo focolarino (in piedi).

 

 

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.