Notizie

Questa sezione raccoglie le informazioni sulle iniziative e gli eventi sulla figura e le opere di Igino Giordani:

  • articoli sulle iniziative dell'anno in corso;
  • il Premio Igino Giordani di Tivoli;
  • l'archivio delle notizie degli anni precedenti.

I documenti che riguardano la causa di beatificazione sono disponibili qui.

Le attività e gli eventi organizzati dalle Associazioni e dai Centri sono disponibili qui.

Un cenacolo tra cielo e terra

Chi l’avrebbe mai detto che un articolo sulla rivista Città Nuova avrebbe potuto suscitare quel che è accaduto a Monza, città lombarda? Di questi tempi, dove i lettori sono pochi e gli articoli giornalistici spesso incidono poco sulla vita sociale, il tutto ha dello straordinario ! Ma cominciamo dall’inizio. Un po’ di tempo fa, su Città Nuova apparve un articolo che Igino Giordani scrisse nel 1954, nel quale egli con la Sapienza che lo contraddistingueva suggellava: «Questa è la legge, questa la giustizia: trattare il fratello come sé». A soffermarsi su quelle parole fu Antonella Crippa, un avvocato monzese. Facciamoci raccontare da lei come nacque il Cenacolo monzese ispirato dalle parole di Giordani.

Cominciamo col chiederti il perché di questo nome Cenacolo per la vostra iniziativa…

monza 3Il Cenacolo è un embrione di esperienza di dialogo. E il nome rievoca un vissuto denso di significato, una luce, la sapienza che può penetrare la realtà e illuminare le varie discipline umane.

Leggi tutto...

Una cerimonia significativa a Tivoli

Sabato 4 ottobre 2014, a Tivoli, cittadina che ha dato i natali a Igino Giordani, una cerimonia significativa: Gino Visicchio, tiburtino, del Movimento dei Focolari, tivoliha consegnato al Rettore  del Convitto Nazionale di Tivoli, presso il quale 100 anni fa, nel 1914, Giordani conseguì la licenza liceale con la media del nove, un suo ritratto, realizzato dall’artista Giovanni Prosperi.

Leggi tutto...

Fontana di giovinezza e di poesia

fontanaGiordani ci offre una lettura “sociale” e “politica” – nel senso più alto del termine - della festa del Corpus Domini: quale «esercizio della carità». Ancora una volta ci richiama a un cristianesimo impegnato, a un vangelo vissuto, a una «carità costruttiva». L’Eucarestia rende possibile tutto ciò. Di più: quale vincolo di unità, ci fa consanguinei di Cristo e quindi fra noi.

Il Corpus Domini nelle parole di Giordani – in cui è facile leggere tanti richiami, spesso espliciti, a quei Padri della Chiesa che tanto aveva studiato e amava – diventa così la festa della nostra divinizzazione, quasi un proseguimento del Natale: «Dio si fa uomo perché l’uomo si faccia Dio», aveva affermato Atanasio. L’Eucaristia, sottolinea il nostro autore, attua misticamente questa trasformazione. E ciò è possibile perché – come ci ricorda Agostino – non è il pane eucaristico ad assimilarsi a noi ma, viceversa, siamo noi che ci assimiliamo a Lui.

Leggi tutto...

Le opere di misericordia e la Giornata del Rifugiato

rifugiati2«Se uno dicesse: “Io amo Dio”, e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello» (1Gv 4, 20-21).

«…Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato» (Mt 25, 35). 

Il testo di Igino Giordani che pubblichiamo di seguito può essere considerato un originale commento a questi passi della Scrittura. Con quell’attenzione, tipica del nostro autore, all’attualizzazione concreta delle parole del Vangelo, alla loro ricaduta sociale, alla loro dimensione esistenziale che interessa il quotidiano di ogni persona.

Leggi tutto...

“Sulle orme di Karol”

View the embedded image gallery online at:
http://www.iginogiordani.info/it/notizie.html#sigProIde3744ebe9e
Nei luoghi così amati da Igino Giordani un'iniziativa, il Patto di Fraternità, che ci riporta agli ideali da lui vissuti con passione e lungimiranza.

Natura, sostenibilità del territorio e un patto di fraternità fra Comuni per l’evento promosso dal Comune di Capranica Prenestina il 21 giugno 2014. 

In tale occasione si inaugurerà un tratto del percorso naturalistico dedicato a Giovanni Paolo il quale ha molto amato le montagne dei territori Prenestini, Tiburtini e dei Castelli Romani. Il percorso si snoda dalla piazza principale di  Guadagnolo, attraversa il monte Cerella e giunge al Santuario della Mentorella: l’ultimo luogo di culto che Karol visitò da cardinale e il primo in veste di pontefice.

Leggi tutto...

La Trinità in noi

Nel 1945 Igino Giordani pubblica un poderoso volume che, tra gli oltre 100 libri da lui scritti, può essere sicuramente considerato uno di quelli – teologicamente parlando – più sistematico e complesso. Il titolo del libro – Dio – così immediato e diretto, nasconde in realtà tutta la complessità della materia, che Giordani tratta secondo la tripartizione tradizionale dell’apologetica classica: la dimostrazione “religiosa” (la questione di Dio e le prove della sua esistenza), la dimostrazione “cristiana” (il vero Dio che si rivela in Gesù Cristo) e la dimostrazione “cattolica” (la Chiesa).

Eppure non mancano, pur in un’impostazione così classica e tradizionale, i segni peculiari della penna, del pensiero e della spiritualità del Giordani. Ce ne offrono un esempio eloquente alcune delle pagine dedicate al mistero della Trinità che qui riportiamo.

Leggi tutto...

Pentecoste

pentecoste1-1Leggere i singoli misteri della vita cristiana con gli occhi di Igino Giordani significa sempre collocarli nella luce più ampia del mistero stesso che è Gesù, Uomo-Dio:
in Lui umano e divino convivono senza confusione e senza separazione. Così ciascun uomo e ciascuna donna, creati a immagine di questo stesso Dio, sono chiamati a vivere. Risiede proprio qui, secondo Giordani, il cuore del Cristianesimo, come egli stesso non si è mai risparmiato di testimoniare coi suoi scritti e la sua esistenza.

Leggi tutto...

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306
00040 Rocca di Papa (Rm)
Tel.: +39-06-94 798 152
Fax: +39-06-94 749 320
> Scrivici

Pensiero di Igino Giordani

Igino Giordani  /  Lunedì, 31 Maggio 2010

Se non sono l'ultimo cialtrone, devo farmi santo. Non avevo deciso che quest'anno fosse l'anno della santificazione, e cioè della intronizzazione di Dio al posto dell'Io?

I.Giordani, Diario di Fuoco, 6/10/1957

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798152 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online